Crea sito

Tendiamo una mano … a distanza!

Come ha più volte detto Papa Francesco per la Giornata di sensibilizzazione verso i poveri, tendiamo una mano (anche se a distanza) e pensiamo a chi sta peggio di noi … fidandoci di chi concretizzerà poi l’aiuto da parte nostra.  Un modo davvero silenzioso questa volta, senza che ci sia nessuna visibilità ma un passa parola che faccia muovere il tam tam della solidarietà.

 

Come ogni anno siamo giunti in prossimità della giornata nazionale della colletta promossa dal Banco Alimentare per permettere a coloro che normalmente fanno la spesa per se stessi e per la propria famiglia di allargare gli acquisti a favore di chi è più in difficoltà. I soci di Ita Kwe Flavio Quell’Oller sono da sempre impegnati in questa importante iniziativa.

Questa volta, per le cause a tutti ben note, la colletta si svolgerà in un modo differente, con la possibilità di fare la spesa per un periodo più lungo ma in un modo diverso.  Non si tratterà di acquistare di persona, ma di fare come si fa a Napoli con il “caffè sospeso”  … Lasciamo un buono per la spesa che sarà consegnata a chi ha bisogno: tendiamo una mano a distanza!

Già dall’inizio dell’emergenza in tanti si sono mossi per riempire cesti alle finestre e per donare qualcosa a chi non poteva permettersi di rifornirsi di provviste. Ora è allargata a tutti quelli che possono fare anche poco: da un minimo di 2 euro a un massimo di 10, che volendo si possono donare anche più volte fino all’8 dicembre.

Per tutti questo sarà un Natale diverso dagli altri ma forse sarà la volta in cui rivivremo di più il suo autentico significato …

 

Pubblicato da itakweflavio

Associazione nata il 24 maggio 2012 in memoria di Flavio Quell'Oller, per portare avanti la sua opera di carità missionaria con progetti concreti e duraturi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.