Il messaggio di Ita Kwe ….

L’impegno che Ita Kwe sta portando avanti dal giorno della sua costituzione, 24 maggio 2012, rispecchia quanto ricevuto come eredità morale da Flavio Quell’Oller. Lasciandoci il suo testamento spirituale e l’esempio pratico, Flavio ha voluto trasmetterci un messaggio ben preciso,  cioè affiancare chi opera come “missionario” in particolare in Centrafrica, ed essere “fratello” di chi è in difficoltà. Importante però: mantenere sempre alta la dignità umana di chi riceve l’aiuto.

Non solo era quindi doveroso portare avanti la sua opera, ma bisognava dar voce alla testimonianza di vita racchiusa tra le righe della sua biografia “Prima che sia troppo tardi”.   Il  riscontro si trova in quanto già fatto da lui e in ciò che avrebbe potuto anzi dovuto essere ancora completato tramite noi.

 

 

Quando abbiamo deciso di fare qualcosa di duraturo in sua memoria, non immaginavamo che tanta gente ci avrebbe incoraggiato e seguito nella nostra iniziativa arrivando a quasi 300 amici sparsi in zone diverse ma uniti da Flavio. Pubblicando il suo libro e scegliendo tra le varie immagini per dare vita anche al nostro logo abbiamo pensato alla foto di quell’enorme albero a Bocaranga, abbracciato con le radici ben salde alla roccia ma proteso in alto e pronto a riparare chi si mette alla sua ombra.

 

 

Vorremmo essere in sintonia con il senso missionario più attuale, racchiuso nell’annuncio dato dal Papa la domenica di Pentecoste per la giornata  mondiale 2019;

“ E questa vita divina non è un prodotto da vendere, noi non facciamo proselitismo,
ma  una ricchezza da donare, da comunicare, da annunciare: ecco il senso della missione. ”

Il messaggio prende forma e man mano diventa più nitido e chiaro: andare avanti, sapendo che Flavio è vicino a noi e come lui anche i soci, gli amici, i parenti che ricordiamo. I colori dei continenti sono quelli missionari cioè rosso per le Americhe, verde per l’Africa, bianco per l’Europa, giallo per l’Asia e azzurro per l’OceaniaIl senso del logo quindi è ……

sentirsi “FRATELLO DI TUTTI” (ITA = FRATELLO   – ti –  KWE= TUTTI in lingua sango) in un abbraccio intorno al mondo, cercando di aiutare chi ha bisogno e accettando l’aiuto di chi si unisce a noi, sentendo i nostri battiti palpitare in un cuore solo  (BE-OKO in sango).

Questo in sintesi quanto trasmessoci da Flavio Quell’Oller con: “Prima che sia troppo tardi” 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Precedente Quarta borsa lavoro! Successivo Nuovo libro interessante ....

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.