Anno 2013

Aggiornato al 12 Aprile 2014

Il Bilancio consuntivo 2013 e il preventivo 2014 sono stati approvati durante l’Annuale Assemblea Ordinaria dei Soci, tenutasi in seconda convocazione il 9 Aprile 2014 alle ore 21,00 presso la Sede dell’Associazione, in Via San Bonaventura, 5 – genova/Pontedecimo. Entrambi sono depositati tra i documenti dell’archivio, per chi ne volesse prendere visione, come pure le relazioni del Revisore dei conti e del Consiglio, il Verbale relativo all’Assemblea e quelli di tutti gli incontri del Consiglio Direttivo.

Le attività portate avanti dalla nostra Associazione sono state molte e tutte con progressi più che positivi. In particolare si sono concretizzate le uscite già previste per il progetto in Perù, che hanno rappresentato da sole la quota di quasi 38.000,00 euromentre per il Centrafrica si è dovuto sospendere l’invio di materiali causa della difficoltà di trasporto dovuta alla grave situazione tuttora in corso, sostenendo solo le spese di viaggio per quelli già inviati a fine dicembre 2013 via container e altri piccoli impegni assunti con i missionari, sempre per la zona di Bocaranga, per un totale di oltre 3.500,00 euro. Nel 2014 tuttavia sono già stati spediti materiali sanitari a Bangui, in collaborazione con altre associazioni, per via Ministero degli Esteri, ed un nuovo piccolo progetto per il Centro recupero Disabili (realizzazione di piccola cucina e acquisto provviste per il nutrimento dei bambini in difficoltà) è stato approvato come da bilancio preventivo e sarà onorato entro la fine di questo mese.

Un importante contributo, poi, è stato dato ai Frati Cappuccini Liguri per il mantenimento strutturale del Convento di Pontedecimo, nostra sede, con 15.000,00 euro e altra cifra interessante è stata utilizzata per le famiglie disagiate sul territorio della Valpolcevera, circa 4.000,00 euro tra acquisti e distribuzione diretta di generi alimentari a partire da marzo 2013 e affiancamento anche finanziario alla San Vincenzo de Paoli a partire da ottobre 2013. Le spese sostenute finora per il Carcere di Pontedecimo, sono irrisorie (meno di 200,00 euro) in quanto i singoli soci si sono impegnati in prima persona per le piccole necessità riscontrate, compresa una chitarra nuova per i canti delle Messe, sebbene si preveda di dover far fronte a breve ad ulteriori richieste da parte della direzione per la pittura ed il materiale da utilizzare per l’igiene delle celle (in particolare nella sezione maschile).

Le risorse finanziarie sono formate dal fondo realizzato già all’atto della costituzione da parte dei soci fondatori, e rimasto praticamente intatto durante il primo anno di vita di ITA KWE, dall’aumento del numero dei soci ordinari e sostenitori arrivati ad oggi al n. totale di 181, dalle entrate derivanti dal libro di Flavio“Prima che sia troppo tardi”, da donazioni liberali di privati e dall’attività delle bomboniere solidali, nata per dare un’opportunità anche alle detenute, ma con richieste ancora troppo irrisorie, sebbene abbastanza rilevanti come reperimento fondi, anche grazie alle offerte legate agli anniversari e ricorrenze (indipendenti dal confezionamento bomboniere). Altra voce utile è quella che si riferisce al ricordo dei cari defunti, per i quali è stata aperta l’apposita pagina.

Per chi volesse contribuire ai vari progetti di Ita Kwe, vedere come si può essere d’aiuto e utilizzare i contatti per eventuali donazioni o per la scelta del 5X1000!  Grazie!!!

Aggiornato al 31 Dicembre 2013

Già da qualche giorno la nostra Associazione è entrata nei 18 mesi di vita, concludendo il secondo anno di attività!  Il bilancio è più che positivo, sia per il numero dei soci, ormai giunto a 165 (all’inizio eravamo in 16!!), sia per i fondi raccolti e utilizzati nei vari progetti, sia per la divulgazione del libro di Flavio: “Prima che sia troppo tardi” che, oltre ad essere uno dei mezzi per garantire il mantenimento dei progetti a livello economico, ha ottenuto diverse recensioni positive e commenti più che favorevoli per il contenuto e la forma.

Anche il confezionamento di bomboniere solidali si è rivelato un buon tramite per far conoscere ITA KWE a più persone, raccogliendo fondi molto utili, anche perché donati con grande generosità da chi ha voluto condividere con noi un evento particolare della propria vita.

Durante l’anno appena trascorso la nostra Associazione ha avuto modo di confrontarsi e collaborare con altre realtà già operanti da tempo (Comunità di Sant’Egidio, Caritas Diocesana, Conferenza di San Vincenzo De Paoli, Missioni Estere Cappuccini Liguri) prestando aiuto economico, di volontariato o anche solo  di consiglio, per migliorare i servizi verso chi ha più bisogno.

Nel campo informativo abbiamo dato un ampio contributo per rendere nota la vicenda gravissima che ha colpito da diverso tempo la Repubblica Centrafricana, promuovendo anche la petizione di luglio, sebbene ad oggi la situazione sia ancora tragica e apparentemente lontana ad una soluzione pacifica.

La chiusura dei conti deve essere ancora redatta, ma il bilancio più ampio delle varie attività è molto positivo e ci sprona a fare sempre meglio nei progetti in corso e a studiarne di nuovi da realizzare in contemporanea a quelli già intrapresi, usufruendo di tutte le possibilità per avere la copertura necessaria al loro mantenimento.

Ultimo dato interessante è quello riguardo al sito: in un anno più di 13.500 visitatori di cui soltanto nel mese di dicembre più di duemila (il contatore numerico non è stato inserito dall’apertura nel luglio 2012, ma dopo i primi mesi del 2013) e, oltre agli amministratori che continuano a fare aggiornamenti e modifiche, anche altri soci molto affezionati e attenti, hanno contribuito fornendo alcune notizie da inserire e lasciando molti commenti positivi.

Concludiamo questa parentesi di fine anno lasciando a disposizione il pdf del nostro secondo depliant, a cui presto seguirà il terzo, con più aggiornamenti e invitandovi a prendere contatto con noi per qualsiasi chiarimento o consilgio.

Per chi vuole prendere visione di un riassunto di tutto, aprire il file del 2° depliant ITA KWE

Lascia un commento

*