Il sole dietro le nubi!

Dopo il lungo periodo di “chiusura” dei mesi scorsi, si cerca di riprendere la “normale” vita quotidiana. La riapertura è graduale ma, oltre ai dubbi sul fatto che potrebbe essere ancora troppo presto, c’è anche il rischio di cadere di nuovo negli errori precedenti la comparsa del virus. Non solo la paura di ripresa del contagio, ma anche di impostazione della vita com’era prima della pandemia. Da tempo un male profondo serpeggiava, aggiungendosi ora anche quello portato dal flagello, a livello globale, con tutte le conseguenze del caso.

Da quando ci si è resi conto che il Covid 19 non fosse “cosa solo della Cina”, da più parti del mondo si sono levate voci di esperti e sedicenti tali, spesso senza scrupoli. Ognuno prendendo la parola ha detto la propria idea, sovente in contraddizione con gli altri e anche…  con se stessi, creando ancor più ansia e confusione.

Tante patologie sono state “accantonate”, messe da parte, sospese anche quelle come tutto il resto. Come se non ci fossero altre malattie se non questa, che senz’altro è da annoverarsi tra le storiche epidemie dei secoli passati, quelle che si pensava non potessero colpire mai più e invece… Decine di migliaia sono i morti che si contano da un capo all’altro.

Però, malgrado il pianto, c’è sempre il sole dietro le nubi ! Per quanto il cielo sia nero e buio, la luce prima o poi torna a farsi vedere. Come a ogni inverno segue la primavera, così la vita si riprende i suoi spazi, i suoi diritti, e va avanti la forza creatrice di Dio con la collaborazione generatrice degli umani che, forse dopo questa tragedia, riscopriranno la bellezza di ogni cosa!

Un pensiero è doveroso alle mamme, che tanto hanno dato a ognuno di noi; che sanno affrontare prove continue; per le donne che non lo sono biologicamente ma lo sono nel cuore, per le tante che non sono più fra noi, perché … come dice il filosofo Josef Pieper …..

“AMARE VUOL DIRE:  E’ MERAVIGLIOSO CHE TU ESISTI”

♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥

Un omaggio floreale dal convento Cappuccini di Pontedecimo e un raggio di sole dietro le nubi!

 

Per la mamma nascosta nel bagno, perché ha bisogno di qualche minuto di tranquillità mentre le lacrime scorrono dai suoi occhi.

Per la mamma che è così stanca che darebbe qualsiasi cosa per un momento di pace.

Per la mamma che piange nella sua stanza per aver rimproverato i bambini per sciocchezze, sciocchezze che la fanno sentire in colpa.

Per la mamma che lotta disperatamente per indossare pantaloni di jeans perché vuole apparire carina e indossarli per sentirsi meglio.

Per la mamma che ordina la pizza per cena perché non ha avuto il tempo di rifare la cena come previsto.

Per la mamma che si sente sola, anche se accompagnata.

Vali molto. Sei importante. Sei abbastanza.

Quei piccoli occhi che ti guardano pensano che sei perfetta. Quelle piccole mani che chiedono le tue braccia, pensano che sei la più forte e che puoi conquistare il mondo. Quei cuoricini che cercano i tuoi, non vogliono altro che te. Perché sei abbastanza per loro, sei più che sufficiente, mamma.
Sei meravigliosa …

 

 … preso in prestito da un’amica!

Precedente Nostra "madre Terra" Successivo Anticipiamo le piogge ...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.