Sullo stesso … barcone!

Siamo tutti in viaggio sullo stesso …. barcone e verso la stessa meta .. ma non per tutti rappresenta la felicità!

di ritorno da Montaldeo

In questi giorni sentiamo più vicini coloro che abbiamo dovuto salutare da questa parte e che sono  già passati all’altra riva. Nel nostro caso il pensiero è principalmente per Flavio ma insieme a lui anche per numerosi cari amici che sono stati chiamati per il medesimo viaggio. Sono sempre vivi nei cuori e anche nei progetti realizzati in loro memoria.

Ma ci sono tanti di cui non sappiamo nulla o di cui preferiamo ignorare.  La loro esistenza è passata per noi inosservata … quasi non avesse valore agli occhi di Dio quanto la nostra. Anch’essi però hanno avuto qualcuno che li ha amati. Anche la loro vita è stata preziosa per il nostro Creatore che li ha pensati proprio come ha pensato a noi, prima che nascessimo. E allora com’è possibile tutto questo?  Come è possibile che nel mondo ci siano differenze così stridenti?  Uomini, donne e bimbi di seria A e di serie B? Non è certo dal Creatore che dipende tutto questo, se non per la libertà concessaci di scegliere tra il bene e il male, cosa che fa entrare in causa la coscienza di tutti.

Tra le tragedie volute, la mancanza di attenzione alla custodia per il nostro Pianeta è la cosa più assurda che l’uomo potesse fare. Da un capo all’altro della Terra i disastri ecologici si moltiplicano e causano altrettanta sofferenza e morte.  La guerra in corso contro la nostra casa comune per l’egoismo dominante e la sete di potere e di ricchezza è sotto gli occhi di tutti, malgrado le proteste dei più giovani e gli appelli del Papa che ha nuovamente cercato di far sentire la propria voce.

Tra devastanti incendi in Amazzonia (e ultimamente anche negli USA!) e spaventose alluvioni  dall’Europa, in Francia, in Spagna, in Italia dal Piemonte fino alla Sicilia, all’Asia in particolare in Giappone e sia nel Corno che nel Centro Africa.  e un freddo fuori stagione in diversi Stati americani e non, la situazione sembra stia davvero precipitando. 

Eppure c’è chi ancora difende il guadagno ad ogni costo, il commercio sopra la pelle degli altri. C’è chi non vuole ammettere che siamo tutti sulla stessa barca.  Anzi, sullo stesso … barcone!! E’ inutile farci guerra l’uno con l’altro …  se non ci salviamo a vicenda, andremo tutti a fondo e non raggiungeremo la tanto sospirata felicità.

 

 

 

 

Precedente Fratelli oltre il mare ....

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.