Sostegno sul territorio

Stanziato (e subito utilizzato)  fondo a sostegno di chi, sul nostro territorio, sta subendo più duramente gli effetti dell’emergenza in atto. Acquistate provviste di generi alimentari e di prima necessità da distribuire in parte a chi (letteralmente) bussa alla porta del convento a causa delle peggiorate condizioni economiche a seguito della grave crisi in atto e a chi, detenuto nella casa circondariale di Pontedecimo, non ha mezzi economici per far fronte dignitosamente alla cura della propria persona.

In collaborazione con la Cappellania, i soci di  ITA KWE Flavio Quell’Oller impegnati nel servizio in carcere si sono resi disponibili a modificare il ruolo loro richiesto fino a prima dell’emergenza Covid 19 mettendo a disposizione le proprie energie e le idee.

Nel contempo, sempre più persone che non possono essere inserite tra i nominativi seguiti dalla S. Vincenzo locale, hanno ripreso a rivolgersi al Convento per poter avere un aiuto. Correndo ai ripari per evitare situazioni di ulteriore degrado, ecco le provviste acquistate in una prima tranche che verranno con attenzione distribuite un po’ tra la popolazione “carceraria” e la popolazione “libera”.

Questa emergenza così pesante sotto tutti i punti di vista, ha accomunato davvero tutti nella mancanza di libero movimento e nella carenza di alcuni beni che non sono soltanto quelli materiali ma anche morali e spirituali.

 

Un ringraziamento sentito va alla  Comunità di Nomadelfia che, non solo per i detenuti e detenute di Pontedecimo ma anche per tanti altri carceri in tutta Italia e per la Caritas, ha prodotto, a proprie spese persino di spedizione, un gran numero di mascherine confezionate in tessuto apposito lavabile. Grazie di cuore!

Precedente Promemoria 5 x 1000 Successivo Attenzione .... inizio cantiere!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.