Singuila Nzapa!

Singuila Nzapa!  Merci Seigneur!  Grazie Signore!

Grazie per le piccole gioie in mezzo alle tante tribolazioni; per il sole che sorge e per la luna che si leva all’orizzonte; per la vita che va avanti malgrado gli ostacoli di ogni giorno. Grazie perché l’Amore non muore!

Dopo un anno dall’avvio del progetto (vedi dépliant Ottobre 2019)  prendendo contatti tra le varie congregazioni missionarie e valutando le diverse ipotesi sul luogo in cui realizzarlo, con il dispiacere per non aver potuto aiutare per ora le Suore di Bagandou, siamo giunti all’inaugurazione e benedizione del pozzo in Centrafrica.

La cerimonia è stata tenuta dal Vescovo Monsignor Rino Perin e ha unito il ricordo di San Daniele Comboni, nel giorno della sua morte terrena e della sua memoria tra i Santi, alla data del compleanno di Flavio Quell’Oller. Il 10 Ottobre i “veronesi” San Daniele (auguri a tutti coloro che portano questo nome!!) e Flavio sono stati uniti in un gemellaggio … battezzato dall’acqua corrente!

Il pozzo e i collegamenti idrici dovranno ancora essere completati pienamente, ma intanto l’acqua sgorga e il significato del cognome di Flavio (Quell’Oller = cercatore di fonti sotterranee) ancora una volta si è reso veritiero.  I parrocchiani di Saint’Augustin a M’Baiki in Repubblica Centrafricana, potranno forse essere sollevati nella loro quotidianità anche grazie a questo pozzo, che ai nostri occhi “europei” può sembrare non una gran cosa, ma che per loro rappresenta un dono della Provvidenza!

 

Singuila Nzapa!  Merci Seigneur!  Grazie Signore!

 

Grazie agli amici di Cavalo e a tutti coloro che hanno contribuito in Italia e in Centrafrica

alla realizzazione di questo progetto per il decimo anniversario di Flavio …

un dono a suo nome per tanti amici che potranno usufruirne.

 

Precedente Un dono speciale! Successivo Impegno missionario

Un commento su “Singuila Nzapa!

  1. Don Hippolyte Blaise YANGARA il said:

    Non c’è un nutrimento più importante dell’acqua. Quelle che vedo, quello che le mie mani hanno toccato, quello che i miei occhi hanno visto sono incredibili.
    Lunga vita all’associazione “Ita Kwe Flavio.”
    Vi sostengano senza risparmio i benefattori!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.