Fratello di tutti ….

Fratello (di) tutti =  ITA KWE;   tutti fratelli = KWE AITA

Su questa affermazione il Papa ha insistito stamani durante la visita agli sfollati ospitati in una parrocchia di Bangui (R.C.A.) presentandosi lui stesso come “fratello povero e pellegrino”; sul medesimo messaggio la nostra Associazione si è costituita nel maggio 2012 per portare avanti lo spirito fraterno con cui Flavio si avvicinava agli altri.

Per chi di noi oggi ha partecipato (anche se da lontano) allo storico evento della visita del Papa in Centrafrica, dal quale ha avuto inizio il Giubileo della Divina Misericordia, l’emozione era tanta!

Finalmente dopo tre anni di sofferenza, di ingiustizie, di violenze indicibili, il popolo centrafricano si è stretto intorno ad un uomo che ha saputo parlare al cuore di tutti, facendo rinascere i sentimenti di unità e di fratellanza che dall’inizio dell’indipendenza del Paese erano stati suggellati anche dagli ideali del primo Presidente Barthelemy Boganda (morto prematuramente in circostanze ancora poco chiare) e inseriti nell’Inno Nazionale (vedi alla pagina AFRICA-R.C.A.) che hanno caratterizzato per quasi cinquant’anni la convivenza di tantissime etnie con religioni e tradizioni differenti, condizionate negativamente solo dalle costrizioni subite dal colonialismo (francese), dalle credenze ancestrali e dallo spiritismo.

Dopo una tale “purificazione”, che ha visto scorrere il sangue (e che ha sentito tanto odore di bruciato!!), il desiderio di pace e di perdono deve avere il sopravvento sulle divisioni e sull’odio, tanto più perché fomentate dall’esterno!

Come già segnalato in un post precedente, avevamo seguito pari passo le tristi vicende e chi volesse avere più informazioni non deve far altro che aprire i vari link evidenziati, che portano a ritroso verso l’inizio della catastrofe.

Papa Francesco ha dimostrato che il bene è più forte del male e che la “Verità” è l’unica via per arrivare alla giustizia che porta alla pace e all’amore.

Non ci resta che continuare ad avere fiducia, proseguire nei progetti in corso per dare il nostro contributo anche in Centrafrica e sperare che da domani ci sia davvero la volontà di cambiare le cose …. non solo lì !!

Per chi volesse sapere qualcosa di più sulla visita del Papa a Bangui:

http://www.news.va/it/news/siamo-tutti-fratelli-il-papa-incontra-gli-sfollati

Papa Francesco con i bimbi sfollati in una parrocchia di Bangui
bimbi del campo sfollati a Bangui
Bangui – 29/11/2015 – I bimbi del campo sfollati tenevano tra le mani piccoli striscioni con parole di pace

http://it.radiovaticana.va/news/2015/11/29/siamo_tutti_fratelli_cos%C3%AC_il_papa_agli_sfollati_di_bangui/1190658

http://w2.vatican.va/content/francesco/it/travels/2015/outside/documents/papa-francesco-africa-2015.html

apertura porta santa Bangui
R.C.A. – Bangui 29/11/2015 Apertura della porta santa alla Cattedrale di Bangui – Evento di enorme importanza per la pace!

http://w2.vatican.va/content/francesco/it/homilies/2015/documents/papa-francesco_20151129_repcentrafricana-omelia-cattedrale-bangui.html

Interno della Cattedrale di Bangui - durante l'omelia del Papa
Celebrazione della Messa nella Cattedrale di Bangui (durante l’omelia del Papa)

Ai giovani poi si è rivolto raccomandando di non voler fuggire dalla propria terra, ma di rimanere e di impegnarsi nella ricostruzione civile dei rapporti sociali.

http://www.zenit.org/it/articles/giovani-centrafricani-non-fuggite-dalla-vostra-terra

Grazie di cuore a Papa Francesco, che sfidando le previsioni più catastrofiche sulla sicurezza in R.C.A., ha dimostrato che il popolo non è in guerra, ma è stanco di guerra!

Ora bisognerebbe che lo capissero anche coloro che finora hanno speculato e guadagnato da questa assurda situazione.

Precedente Siamo connessi??? Successivo Da Bangui a Chiangrai ...

3 commenti su “Fratello di tutti ….

  1. Tania il said:

    Una giornata INDIMENTICABILE, piena di bene, di pace, di amore e di positività per tutti e dopo tutto ciò che è accaduto a Parigi.
    Una giornata che si merita l’Africa, che si merita la R.C.A., ma che si meritano soprattutto le persone che portano questo spirito fraterno in quelle terre e che per questo io l’ho dedicata a Flavio!
    Tania.

    • L’emozione è stata forte ed il ricordo di Flavio impegnato con la sua vita tra i “fratelli” centrafricani ha senz’altro toccato il cuore di tutti i soci. Anche oggi, ultimo giorno della visita del Papa in R.C.A., la celebrazione della Messa ha dimostrato quanta voglia di pace ci sia!!

      • Tania il said:

        Questo viaggio e l’apertura dell’Anno Santo proprio a Bangui, un vero regalo di Natale!
        Tania.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.