Dai Liguria, siamo tutti con te!

La sede di ITA KWE è a Genova Pontedecimo! Se già l’alluvione dei primi di ottobre e quella della scorsa settimana ci avevano coinvolto affettivamente e solidalmente,  oggi ci sentiamo ancora più vicini a tutti coloro che sono stati colpiti ancora una volta dalla tragedia causata dalla forza dell’acqua. L’elemento base della vita si è trasformato di nuovo in causa di paura, disastro, morte. 

Questa volta, inoltre anche il convento ha subito qualche danno: dai tetti ancora da riparare diverse sono state le infiltrazioni, in particolare nella “cappellina dei morti”, dove oltre ai poveri resti dei tanti frati vissuti (e morti!) in antichità tra queste mura, riposano dal 1877 anche quelli del benefattore Francesco Monticelli, che riscattò il convento dopo la soppressione dei Savoia, riconsegnandolo ai frati.

Ma non lamentiamoci!! Tutto il resto della Liguria (e non solo) sta molto peggio!!

15 Novembre 2014 – tre alluvioni in poco più di un mese!

Dopo l’ennesima alluvione e tutti i danni che ci sono stati in poco più di un mese, o si ammutolisce e ci si rassegna, o si urla e … si ricomincia!

“NOI LIGURI – Siamo gente strana. La nostra Terra ci ha insegnato che non dobbiamo aspettarci regali, che tutto deve essere guadagnato con il lavoro ed il sudore. I nostri avi si sono guadagnati ogni singolo metro di terra da coltivare, strappandola da una parte al mare e dall’altra all’Appennino che ci si tuffa dentro, costruendo case su speroni di roccia, trasportando pietra dopo pietra su dalle ripide creuse. Per questo siamo diffidenti e scontrosi, eppure leali e generosi con chi lo merita. Un ligure piange dentro mentre si rimbocca le maniche ed inizia per l’ennesima volta a ricostruire quello che la natura e lo scempio degli speculatori gli hanno tolto. Accettiamo gli aiuti con pudore, ringraziando con un mezzo sorriso che vale mille medaglie al valor civile, e un bicchiere di vino bianco fatto in casa, che vale più del miglior champagne. Noi Liguri siamo fatalisti, guai a chi ci toglie il mugugno, ma mentre mugugnamo spaliamo il fango dalle nostre case e recuperiamo i nostri ricordi.      

Dài Liguria, che ti rialzi anche questa volta!

Sono fiero di essere tuo figlio”.

{Anonimo ….. Ligure}

tratto da: https://www.facebook.com/pages/Notizie-in-tempo-reale-di-Genova/386155214866430

Precedente Due anni di ... fuoco!! Successivo I diritti dei bambini!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.