Con immenso dolore …..

Qualche giorno fa avremmo dovuto pubblicare un articolo ameno e riconoscente riguardante la serata del 23 Agosto in favore dei numerosi progetti di Ita Kwe Flavio Quell’Oller Onlus, durante la quale l’amico e M° Renzo Cambiaso si era piacevolmente esibito nell’Oratorio dedicato a Ns. Signora del Gonfalone a Voltaggio, coinvolgendo con le sue doti e con la sua bella voce tutti i partecipanti, permettendo di raccogliere offerte per 345,00 euro più il rinnovo della quota di adesione 2016 proprio del nostro artistico socio sostenitore, cioè dell’applaudito protagonista, per un totale di 375,00 euro.

Invece, come tutti, siamo rimasti attoniti e senza parole per quanto accaduto nelle province di Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Perugia e Fermo, con diffusione lungo il Centro Italia fino alla Campania, raggiungendo con forti scosse di terremoto anche Roma.

Ci uniamo al dolore di tutta la nazione per la tragedia ancora in evoluzione (centinaia sono già i movimenti sismici susseguitesi ai primi) che ha colpito una così vasta zona a partire dalle prime ore notturne del 24 Agosto, causando la morte di quasi trecento persone, tra cui numerosi bimbi, lasciando desolazione e distruzione sia per i danni materiali sia per l’elevato numero di feriti (circa 400) e per i tanti dispersi.

Domani, giorno di lutto nazionale, si terranno i primi funerali, quelli delle 49 vittime marchigiane. 

In questi frangenti non vi sono parole per esprimere la tristezza e anche la rabbia per non aver potuto evitare tutto ciò: per quanti progressi siano stati fatti in alcuni campi di ricerca e di prevenzione, la natura geografica, gli abusi edilizi e gli interessi dei soliti speculatori “che ci guadagnano”, sono fuori da ogni controllo e continuano a mietere vittime innocenti.

Mentre si è mossa da subito la solidarietà attiva di tanti uomini di buona volontà, rimane l’oltraggio perpetrato da chi vigliaccamente anche qui è comparso ad aumentare le fila di chi ruba approfittando delle tragedie: “gli sciacalli” di ogni ordine e grado (con che coraggio!!).

Non ci sono parole e non resta che fare silenzio, continuando a pensare che solo la fede e la carità possono far superare tragedie di questo tipo.

A titolo informativo riportiamo la comunicazione che riguarda la mobilitazione a favore delle persone colpite da questa sciagura:

Raccolta di materiale di prima necessità e generi alimentari, per i terremotati.
Il Comitato di Piazza Adriatico in collaborazione con Guardia Nazionale A.E.Z.A. di Genova e protezione Civile Citta di Genova.

La Raccolta avverrà nei giorni venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 presso i locali del Comitato Cittadini Piazza Adriatico siti in Piazza Adriatico 10r e tramite Gazebo che sarà montato in Piazza Adriatico.
Si raccolgono:

Coperte, Pannolini per Bambini, Pannolini per Signore, abbigliamento, giocattoli per i più piccoli, generi alimentari scatolati a lunga scadenza, medicine e in genere tutto ciò che può essere utile alle popolazioni colpite dal sisma.

Inoltre, per tutta la nazione:

La Presidenza della CEI ha indetto una colletta nazionale, da tenersi in tutte le Chiese italiane domenica 18 settembre 2016, in concomitanza con il 26° Congresso Eucaristico Nazionale, come frutto della carità che da esso deriva e di partecipazione di tutti ai bisogni concreti delle popolazioni colpite.

per la Diocesi di Genova:

una raccolta straordinaria di offerte per aiutare le persone colpite dal terremoto che ha colpito il Centro Italia verrà realizzata in occasione della Santa Messa conclusiva del Congresso eucaristico nazionale che si terrà a Genova alle ore 10.30, in piazzale Kennedy.

Con immenso dolore, ci stringiamo in un abbraccio a tutte le vittime

abbraccio alle vittime del terremoto

 

 

 

Precedente Tra l'Africa e ... Voltaggio! Successivo Appuntamenti interessanti ...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.