Un po’ di segnalazioni …

Oltre ad aver aggiornato la pagina degli Auguri, al n. 69 con il nome di Alessio che oggi ha ricevuto la Prima Comunione e che, come in precedenza sua sorella Elena al n. 30, ha contribuito ai progetti di Ita Kwe tramite le bomboniere solidali, aggiornate anche la pagina degli appuntamenti e quella dei Bilanci.  Arrivando al 6° anniversario, infatti, giungiamo all’epoca dell’Assemblea Ordinaria dei Soci, fissata in seconda convocazione per il giorno 9 Maggio 2018 , con la relazione del Consiglio Direttivo sulla chiusura al 31 Dicembre 2017.

Segnalazione piacevole e doverosa anche quella riguardo la terza sottopagina (dal 31 al 20 pezzo che ci riguarda) che raccoglie  … cosa dicono di noi … con un bell’articolo tratto dall’ultimo bollettino parrocchiale Il Ponte, a firma Gian Franco Parodi con la collaborazione di Silvana.

Ultimo aggiornamento, ma per questo non di minore importanza, è rientrato alla base sabato scorso 21 Aprile  il nostro socio Francesco Quell’Oller, con tante notizie sui vari progetti avviati in R.C.A. – A breve, come già fece a gennaio 2013 con il suo “diario di viaggio”,  sarà lui stesso a fornire una relazione che ci aiuti a comprendere meglio quanto si sta vivendo in Centrafrica e quanto ITA KWE può fare per una proficua collaborazione con le varie realtà missionarie impegnate sul territorio. Anticipiamo con qualche immagine degli ultimi giorni vissuti a Bangui, al centro CVX presso cui una quarantina di bimbi stanno crescendo anche grazie agli aiuti inviati nel corso degli anni scorsi dalla nostra Associazione.

Precedente Costruttori di bene Successivo Ancora sangue a Bangui ...

2 commenti su “Un po’ di segnalazioni …

  1. Tania il said:

    Eccoci:
    i Soci di Arquata Scrivia (AL) danno il bentornato a Francesco e ringraziano per queste importanti e positive segnalazioni che……….”fanno sentire importanti anche noi !!!!!”

    • Grazie ai soci di Arquata e a tutti coloro che durante il periodo di volontariato di Francesco in R.C.A. hanno dimostrato affetto e vicinanza alla famiglia Quell’Oller. Pur essendo stata un’esperienza di formazione utile e profonda, non sono mancati gli imprevisti. L’Afrique c’est l’Afrique …
      Presto il suo resoconto di quanto vissuto, come già fece dopo il rientro dal viaggio nel Dicembre 2012 all’inizio del sanguinoso conflitto che ancor oggi segna la vita della popolazione centrafricana.

Lascia un commento

*