Trasfigurazione

Oggi, solennità della Trasfigurazione del Signore, le parole sono superflue ed i fatti si possono constatare visitando il nostro sito. In particolare per quanto riguarda i progetti in Italia e all’estero e le testimonianze di stima e di condivisione raccolte in: DICONO DI NOI.

Dopo la bella sensazione di “Comunione” vissuta sabato scorso con diversi amici e soci venuti anche da lontano per stringersi intorno a Silvana, Miriam, Andrea, Francesco e Alessandro nel ricordo di Flavio, lasciamo spazio al silenzio e all’impegno di …. riempire la sua “Pagina bianca”.

Durante il pellegrinaggio a Lourdes, dal 27 Giugno al 2 Luglio 2010, si respirava già un anticipo di trasfigurazione sul suo volto e realmente Flavio deve aver incontrato Gesù che lo aspettava sul Tabor. A noi il compito di proseguire il cammino terreno che per lui era giunto alla meta finale, per il quale si era ampiamente meritato il premio promesso da Dio.

Poesia di Angelo Maurizio Bacosi, in ricordo di Flavio
Un raggio di sole tutto per Flavio
Durante il pellegrinaggio OFTAL luglio 2010: Flavio e Silvana in mezzo a “due Angeli Custodi”!

Più sotto i ricordi pubblicati nel corso degli anni a partire dal 2° anniversario. Il primo anniversario, nel 2011, fu vissuto con parenti e amici più stretti a Tramontana, in cerimonia intima ma molto partecipata. L’Associazione ITA KWE FLAVIO QUELL’OLLER ONLUS nata in sua memoria è stata costituita il 24 Maggio 2012, il mese successivo alla pubblicazione del suo libro-biografia: “Prima che sia troppo tardi”.

 

6 Agosto 2012 – 2° anniversario (6/8/2012)

Già tre anni!!  (2/8/2013)

Ciao Flavio!   (6/8/2014)

Tra le pagine …  (3/8/2015)  –    Be Oko (un cuore solo) – 6/8/2015

Ciao Flavio!   (6/8/2016)

Ancora una volta … ciao Flavio   (6/8/2017)

Precedente In "Comunione" .... Successivo In cammino .... con amore

2 commenti su “Trasfigurazione

  1. Tania il said:

    Pensando a Flavio:
    E ricordati, io ci sarò. Ci sarò su nell’aria.
    Allora ogni tanto, se mi vuoi parlare, mettiti da una parte,
    chiudi gli occhi e cercami. Ci si parla.
    Ma non nel linguaggio delle parole. Nel silenzio.
    Tiziano Terzani, da “La fine è il mio inizio”

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.