Corso Informatica


Vedi anche il nuovo progetto: Borse lavoro.

Leggi anche il relativo articolo e sfoglia le foto contenute all’interno per vedere come è andata la bellissima festa di oggi!!  Grazie a tutti quanti!

Aggiornato al 26 Febbraio 2018

E’ giunto al termine il corso di 20 ore per ciascuno dei due gruppi di giovani partecipanti a questa “iniziativa pilota” avviata il 30 Ottobre scorso con il 18° progetto di Ita Kwe Flavio Quell’Oller (vedi primo articolo).

I risultati, aldilà dall’apprendimento completo del programma da parte di tutti i partecipanti, sono molto positivi. Innanzitutto l’integrazione tra gli “allievi” e i bravissimi tutor (Alessandro, Alessio, Giovanni, Francesco, Lino, Paolo e Stefano, affiancati da Silvana), il coordinatore (mitico Aldo!!) e il personale della scuola Media Statale Don Angelo Orengo di Pontedecimo. Quindi la solidarietà nata tra i giovani stessi, per cui i più bravi a loro volta hanno amichevolmente seguito gli altri. Infine gli sbocchi per ogni giovane singolarmente ai quali questa iniziativa ha portato.

Oggi, all’interno del convento del Cappuccini a Pontedecimo alle ore 16,30, si svolgerà molto familiarmente la “cerimonia di consegna del diploma” (il cui testo è stato l’esercizio finale del corso insieme alla redazione del Curriculum Vitae).

Chi vuole unirsi a questo momento di festa è bene accetto e la sua presenza sarà di certo uno stimolo e un’incoraggiamento per l’inserimento futuro di questi giovani sul territorio ligure.

Genova, 31 Gennaio 2018

RELAZIONE SU PROGETTO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA PER GIOVANI MIGRANTI

A partire dal 30 ottobre 2017 e fino al 23 Febbraio 2018 è in corso l’attività di formazione informatica di base concordata tra Nuove Frontiere – Cooperativa Sociale Onlus e Ita Kwe Flavio Quell’Oller Onlus, a favore di alcune decine di giovani migranti ospiti nei centri di prima accoglienza gestiti sul territorio di Genova dalla Cooperativa Nuove Frontiere di cui sopra.

Il corso si svolge settimanalmente, il lunedì con un gruppo e il venerdì con un altro, nel laboratorio di informatica gentilmente messo a disposizione dall’Istituto Comprensivo di Pontedecimo sito nei locali della Scuola Media Statale Don Orengo ed è tenuto da soci della nostra Associazione, di cui un docente fisso e sei tutor che si alternano di volta in volta per seguire i partecipanti durante lo svolgimento del programma e degli esercizi richiesti.

I partecipanti hanno dimostrato da subito un forte interesse, sebbene completamente digiuni sia sulla parte teorica sia su quella pratica e anche con diverse difficoltà di comunicazione, superate grazie alla conoscenza dell’inglese e del francese da parte del docente e dei tutor, nonché dalla presenza dei mediatori culturali messi a disposizione dalla Cooperativa Nuove Frontiere durante il primo periodo degli incontri.

Il corso, tuttora in svolgimento, mira non solo ad una formazione base sull’argomento dell’informatica e dei vari programmi utilizzati più comunemente, ma anche ad una maggiore accoglienza e integrazione sul territorio, nonché alla possibilità di migliorare le nozioni di lingua italiana apprese in questi mesi dai giovani, avendo comunque da subito tradotto le spiegazioni e gli esercizi nelle tre lingue.

Sono stati utilizzati regolari moduli di iscrizione sottoscritti dai giovani e fogli presenze, per giungere al termine del corso alla redazione del loro C.V. e al rilascio di un diploma di merito per i partecipanti che abbiano portato avanti con serietà la frequenza, raggiungendo comunque risultati positivi anche nell’integrazione tra loro stessi.

 

Aggiornato al 24 Gennaio 2018

Come indicato nell’articolo odierno sull’Home page, il progetto avviato con l’apertura del corso di informatica prosegue e tra un mese giungerà a termine con la copertura da parte di Ita Kwe di due borse lavoro della durata di tre mesi ciascuna per i più meritevoli.

Oltre ai risultati positivi ottenuti man mano da parte dei partecipanti, molto interessanti in particolare alcuni loro componimenti, si è potuto contare sulla continua collaborazione dei docenti e dei tutor, che hanno garantito sempre lo svolgimento degli incontri. Ultimo esempio di questo è l’inserimento di Alessio e di Stefano, che si sono resi disponibili in occasione della partenza di Francesco per la R.C.A., avvenuta solo due giorni fa. Grazie di cuore ragazzi: ciò che è stato seminato nella solidarietà porta senz’altro buoni frutti!!

 

 

Pagina aperta il 2 Dicembre 2017

La fine di Novembre ha segnato la prima tappa del corso di “alfabetizzazione informatica”, iniziato il 30 Ottobre per una quarantina di giovani migranti ospiti nel Centro di accoglienza della Rimessa, poco distante da Pontedecimo.

Come visto da subito anche  il prosieguo del corso sta rivelando buoni esiti, sia per l’integrazione degli iscritti tra loro e con i volontari sia per i risultati fin qui ottenuti, considerando che la maggior parte dei giovani non aveva mai neppure visto un computer da vicino. Per non parlare dell’utilizzo della tastiera e del mouse.

Cliccare qui per dare un’occhiata al programma predisposto su misura dal nostro “socio informatico” Aldo Traverso al quale va anche il merito dell’apertura del nostro-vostro blog, del profilo e della pagina fb di Ita Kwe Flavio Quell’Oller.   Con lui una bella equipe di “tutor” che seguono passo dopo passo “gli allievi”, districandosi tra informatica, inglese, francese e ovviamente … italiano!

Grazie quindi tutti loro (i soci Aldo, Paolo, Francesco, Alessandro e gli amici Lino e Giovanni) che stanno facendo davvero un bel lavoro, in collaborazione con i responsabili della Cooperativa Nuove Frontiere, a cui fanno capo i ragazzi iscritti.

Grazie all’Istituto Comprensivo di Pontedecimo, che ha messo a disposizione il laboratorio di informatica della Scuola Media Don Orengo e grazie ai docenti, capitanati dalla prof. Marina Cerrato, e al personale ATA presente in Istituto durante l’orario degli incontri che si svolgono in due turni settimanali: il lunedì e il venerdì dalle ore 16,15 alle 17,45.

Il corso si concluderà a fine febbraio, con tanto di verifiche e piccolo test finale per il conseguimento di un attestato di frequenza con relativo “Diploma”. A distanza di un mese dall’inizio possiamo dire che si tratta di un progetto che aggiunge qualcosa in più alla formazione di chi un domani non sarà solo un …. migrante ignoto, ma un “concittadino del Mondo”, dando soddisfazione a chi ha messo il proprio impegno nella riuscita di tutto ciò. Ricordiamo la frase: “Ero straniero e mi avete accolto”!