Studenti in Guinea

Aggiornamento al 16 Novembre 2017

Seguendo le indicazioni del padre gesuita Dorino Livraghi, (leggi nell’articolo del Magis riguardo la nostra collaborazione a Bangui), è stato disposto il bonifico per garantire anche quest’anno le borse di studio per i giovani più poveri di Sobanet, nella Guinea Conakry.

Partito quindi il secondo aiuto per i bimbi della Maison des Enfants da parte di ITA KWE Flavio Quell’Oller Onlus. I bimbi richiedenti aiuto lo scorso anno non sono arrivati al centinaio e la gestione dei fondi mandati nel 2016 è stata oculata. Quanto inviato è stato utilizzato al meglio, richiedendo per l’anno in corso la somma di   € 2.500,00 per tornare ad avere la base che assicura le 100 borse di studio pensate in precedenza. Inviati quindi in due anni € 6.000, totali.

Ringraziamo di cuore padre Dorino per il grande impegno missionario profuso nel corso degli anni trascorsi qua e là nel continente africano, augurandogli pronta ripresa, avendo dovuto rientrare da poco in Italia per motivi di salute.

 

Pagina aperta il 1° Febbraio 2017

Rifacendoci all’articolo di oggi sull’Home page e a quanto segnalato nella pagina che approfondisce questo progetto, che in breve ha lo scopo di creare un centinaio circa di borse di studio per garantire lo studio ai piccoli e un po’ più grandi alunni che sono accolti alla Maison des Enfants, in Guinea Conakry (o Marittima), dove il solerte padre gesuita Dorino Livraghi che già si occupava degli studenti a Bangui si è stabilito da un paio di anni circa.

Il nuovo anno scolastico in Guinea è iniziato da poco e grazie al contributo ricevuto da Ita Kwe un bel gruppetto di allievi ha potuto già procedere con le iscrizioni e la frequenza. La somma di           € 3.500,00 (inviata verso fine dello scorso mese di giugno) verrà spalmata pian piano fino a che altri studenti si aggiungeranno a questi.

Anche se lo stile fotografico può apparire un po’ forzato, giustamente può essere imbarazzante per un ragazzo venire immortalato per via della sua difficoltà economica, è comunque doveroso venire a conoscenza di questi altri giovani che potranno proseguire i loro studi grazie ai fondi ad essi destinati anche tramite le Vostre donazioni e parte delle quote di adesione ricevute dai Soci (saliti ora al n. di 258!).  Ecco le foto: